Strumenti operativi del commercio equo e solidale

Il Commercio equo e solidale ha individuato una serie di strumenti operativi finalizzati alla realizzazione dei propri obiettivi.
Questi si possono sinteticamente riassumere in:
1. rapporti commerciali diretti e continui;
2. prezzo;
3. prefinanziamento;
4. informazione e trasparenza;
5. assistenza.
Rapporti commerciali diretti e continuativi
Il primo punto di differenza tra il commercio tradizionale e il CEeS è il rapporto tra il produttore e l'importatore. Mentre nel commercio tradizionale il prodotto viene venduto e rivenduto ai vari grossisti e distributori, nel CEeS vengono saltate le fasi di intermediazione e si instaurano rapporti diretti tra una centrale di importazione (ATO) e un ben definito gruppo di produttori. Inoltre i rapporti commerciali sono continuativi e duraturi in modo ad permettere al produttore una pianificazione del suo lavoro e garantire la sicurezza del guadagno.
Il prezzo
In secondo punto di differenza riguarda il prezzo. Nel CEeS sono gli stessi produttori a determinare il prezzo dei prodotti tenendo conto non solo del costo della produzione, ma anche di un giusto guadagno per il raggiungimento di un livello di vita dignitoso. Il prezzo fissato deve comprendere anche un margine (un surplus) che permetta ai produttori di stipulare assicurazioni, finanziare progetti sociali autogestiti dalle comunità locali, permettere innovazioni come la coltivazione biologica.
Prefinanziamento
Nel commercio tradizionale il venditore riceve il guadagno solo dopo del tempo, anche 5 mesi, rispetto a quando è stato fatto il contratto. Nel CEeS, invece, i produttori vengono pagati prima della consegna dei prodotti, anche perché molti senza questo prefinanziamento non disporrebbero dei soldi necessari per l'acquisto delle materie prime per cominciare la produzione e sarebbero costretti a indebitarsi. Questo prefinanziamento avviene con il pagamento del 50% della cifra accordata al momento dell'ordine d'acquisto, poi il saldo c'è una volta consegnate le merci.
Informazione e trasparenza
L'obiettivo del CEeS è quello di fare conoscere ai consumatori, attraverso materiale informativo, come vivono e lavorano i piccoli produttori e tutto ciò che li riguarda.
Oltre a ciò si cerca di attuare una politica di massima trasparenza, facendo conoscere ai consumatori le singole voci che compongono i prezzi.
Assistenza
Negli ultimi anni si sono formate, accanto alle centrali di importazione del CEeS, delle organizzazioni per l'aiuto ai produttori dei paesi in via di sviluppo. Queste forniscono assistenza sia nei problemi legati direttamente alla produzione, sia per imparare a gestire la contabilità, l'amministrazione, il calcolo dei costi e il marketing. Queste organizzazioni cercano anche di aumentare la possibilità per i produttori del Sud del mondo di accedere ai mercati internazionali sia di commercio tradizionale che di CEeS.

 

Ritorna all'indice